Q10 Coenzima

Q10 Copertura Coenzyme

Panoramica:

Il coenzima Q10 è stato oggetto di frequenti problemi recenti. Come sostanza del corpo, la assorbiamo in parte con il nostro cibo, ma lo formiamo anche nel corpo. Il coenzima assume molte funzioni diverse nel nostro organismo era. In particolare, è coinvolto nella fornitura di energia nelle cellule. Pertanto, gli organi con un alto fabbisogno energetico, come il nostro cuore, polmoni o fegato, hanno alte concentrazioni di coenzicoli. Il coenzima si verifica in varie forme nel nostro corpo, motivo per cui sono comuni anche nomi come ubiquinol e ubiquinone. Negli ultimi anni, il coenzima è stato conosciuto come un agente anti-invecchiamento, tra le altre cose. Può sostenere la nostra salute in molti modi. La salute del cuore, in particolare, deve essere menzionata qui. Ultimo ma non meno importante, sentiamo un effetto Q10 anche in caso di fatica e stanchezza. Nel caso di integratori alimentari contenenti il coenzima, la biodisponibilità del prodotto è particolarmente importante per un effetto notevole. Non tutti i prodotti sono assorbiti altrettanto bene dal corpo. I prodotti con il coenzima in forma liposomica hanno una biodisponibilità particolarmente elevata.

Che cos'è Q10

1. Che cos’è Q10?

Il coenzima Q10 è una sostanza corporea simile alla vitamina e solubile in grassi. Si verifica nel nostro organismo come ubiquinol e ubiquinone. La sostanza è considerata una sostanza vitale in quanto ha un ruolo importante nella formazione di energia delle cellule del corpo. Inoltre, ha proprietà antiossidanti e colpisce la salute di alcuni organi, in particolare il cuore. Il coenzima è contenuto in vari alimenti. Con l’invecchiamento del corpo, la formazione della sostanza da parte del corpo diminuisce. Inoltre, in varie situazioni di vita, come sotto stress e in caso di malattia, la necessità può essere aumentata.

Si contesta se possa sorgere una carenza del coenzima, a parte una grave malattia cardiaca.

Tuttavia, recenti ricerche suggeriscono che l’offerta del prezioso coenzima potrebbe non essere sempre garantita in ogni situazione e potrebbe essere a rischio, soprattutto in età avanzata.

I coenzimi e gli enzimi assumono funzioni catalitiche nel corpo umano. Ciò significa che rendono possibili certe reazioni attraverso la loro presenza. Il cofattore è distribuito in tutto l’organismo, ma soprattutto negli organi con un alto consumo energetico come nel cuore e nei muscoli. Il suo nome Ubi-Chinon (ubi- sta per ovunque) indica la sua distribuzione in tutto il corpo.

Q10 Coenzyme Guida nfi
Come funziona Q10?

2. Come funziona Q10?

Come sostanza vitale, il coenzima svolge un ruolo chiave nel garantire l’approvvigionamento energetico nelle cellule del corpo. Le cellule del corpo hanno piccole centrali elettriche al loro centro. Questi sono i mitocondri. In essi sorge l’energia, che alla fine costituisce tutta l’energia nell’organismo. I mitocondri sono alimentati da un tipo di benzina cellulare, il triposfato adenosina. (ATP). L’ATP si forma in un processo specifico in cui sono attive le particelle più piccole come elettroni e protoni. Per l’attività delle particelle più piccole, la presenza di coenzima Q10 sufficiente è assolutamente necessaria. Se il cofattore non è presente, la cella non può formare energia e muore alla fine.

L’effetto Q10 su alcuni disturbi di salute così come i processi degenerativi come l’invecchiamento deve fare non solo con la formazione di energia nelle cellule. Il coenzima è anche un antiossidante. Gli antiossidanti rendono i cosiddetti radicali liberi innocui nel nostro organismo. I radicali liberi sono molecole di ossigeno aggressive che si sforzano di una connessione con altre molecole. Sono biochimicamente molto vincolanti e quindi attaccano cellule intatte. Questo si traduce in danni alle cellule. I processi degenerativi come l’invecchiamento con la formazione di rughe e altri fenomeni sono associati all’attività dei radicali liberi. Si può immaginare l’attività di queste particelle aggressive in modo simile alla ruggine del metallo. Varie vitamine, come le vitamine C ed E, così come i micronutrienti come il selenio, hanno un effetto antiossidante. Questo vale anche per il coenzima.

Riassunto: Un potenziale effetto Q10 è, ad esempio,

  • l’invecchiamento della pelle.
  • salute del cuore.
  • lo stato energetico dell’intero organismo.
  • la stabilità della psiche.
  • pressione sanguigna (influenza sull’ipertensione).
  • metabolismo del glucosio (influenza sul diabete mellito).
  • Effetti collaterali dei farmaci.
  • salute delle cellule in generale (possibile protezione contro i cambiamenti delle cellule maligne).

 

Con il potenziale effetto del coenzima, non bisogna dimenticare che la produzione di energia nelle cellule non è possibile senza questo cofattore. La sua importanza è spesso sottovalutata. Il nostro corpo non può fare a meno di questasostanza. Come la sua produzione diminuisce con l’età, supplementi supplementari con la sostanza può diventare utile. Questo può anche contrastare una perdita strisciante di energia che caratterizza l’età crescente di molte persone.

La medicina mitocondriale è sempre più messa a fuoco. Secondo molti esperti di micronutrienti (medici ortomolecolari) è stato a lungo dimostrato che i tipici problemi di età, affaticamento e affaticamento così come molte altre malattie sono dovuti a una funzione disturbata delle centrali elettriche cellulari. [1] La necessità e la fornitura del coenzima svolgono un ruolo chiave. La maggior parte delle persone quindi beneficiare di integratori alimentari di alta qualità come capsule o sotto forma di prodotti liposomici. Hanno esperienze molto buone quando assorbono il coenzima ad alta dose a 100 mg al giorno. Questa assunzione è in aggiunta a una dieta che è il più ricco possibile nel coenzima. Tuttavia, poiché il cofattore è sensibile al calore, è difficile stimare quanto ubiquinol nutriamo quotidianamente con il nostro cibo.

Miglior Q10

3. Quale Q10 è il migliore?

Prodotti di alta qualità con il coenzima hanno determinate proprietà, in modo che l’organismo può beneficiare di un ulteriore assorbimento di questo cofattore tramite un integratore alimentare. Aiutano con una potenziale carenza in cui Q10 viene utilizzato in dosi elevate. Essi rendono il prezioso cofattore particolarmente utilizzabile per il corpo umano (alta biodisponibilità) attraverso forme di applicazione come la forma liposomica. Per i prodotti con capsule Q10, Q10 Forte di Yoyosan è un integratore alimentare ottimale. Gli utenti traggono vantaggio da questi vantaggi:

  • Q10 100mg in una capsula per l’uso solo una volta al giorno
  • preziosi estratti complementari per aumentare l’assorbimento del coenzima nel corpo umano
  • Il prodotto proviene da senza additivi
  • integratore alimentare vegano
  • Produzione secondo gli elevati requisiti di produzione GMP
  • Purezza del 99%

 

Se si preferisce un prodotto in forma liquida, è anche possibile scegliere yoyosan liposomal Q10 come alternativa. In questo tipo di prodotto, il principio attivo viene introdotto in piccole perle (liposomals). Queste perle garantiscono un assorbimento intensivamente aumentato dei principi attivi nel corpo, perché sono protetti in modo ottimale dalle influenze esterne durante il passaggio attraverso lo stomaco e parti dell’intestino. Con questa forma di dosaggio, biodisponibilità può essere aumentata al 98%. Questo è il motivo per cui questo prodotto Yoyosan è ad alta dose con 50 mg Q10. La forma di dosaggio liquido è anche particolarmente facile da assorbire. Prodotti Yoyosan sono formulati in modo ottimale centro di integratore alimentare con Q10 ubiquinol. L’acquisto di Q10 è una questione di fiducia.

Soprattutto nei prodotti con Q10 ubiquinol, svolge un ruolo importante quanto della sostanza raggiunge le cellule alla fine. Non va dimenticato che il coenzima deve arrivare direttamente nella cellula stessa al fine di svolgere la sua funzione più importante nella formazione di energia dai mitocondri attraverso il metabolismo ATP. Prodotti di bassa qualità e bassa biodisponibilità hanno scarsi vantaggi per gli utenti.

Solo se è assicurato che il principio attivo da Capsule Q10 può raggiungere l’interno della cellula, i prodotti possono agire con il coenzima. In molti casi, persone hanno anche bisogno di Q10 alte dosi. Coloro che soffrono di malattie cardiovascolari, per esempio, potrebbe beneficiare di un ulteriore 100 mg al giorno. Un dosaggio così alto può anche essere raggiunto solo con prodotti che sono molto puri e inviare il principio attivo nell’interno della cellula tramite un’alta biodisponibilità. Non vale quindi la pena acquistare prodotti di qualità inferiore con il cofattore.

Aiuta Q10

4. Quali denunce Q10 aiuta contro?

Scienziati ed esperti nel coenzima presumono che la sostanza raggiunga il suo più alto livello del corpo umano intorno all’età di 20. Più invecchiamo, più diminuisce la produzione della sostanza del corpo. Il nostro organismo si forma principalmente nel cuore, nel fegato e nei reni riserve del cofattore, per cui circa 1-1,5 g sono memorizzati. Ogni giorno prendiamo solo 5-10 mg del coenzima con il cibo. Si trova principalmente nel pesce oleoso, come nelle sardine o sgombri, nella carne (soprattutto nel fegato), nelle noci, nei vari semi, negli oli vegetali e in alcune verdure come i broccoli. Tuttavia, il coenzima non rimane stabile durante la cottura.

Un numero crescente di esperti di nutrizione da medici considerano l’assunzione di 60-100 mg Q10 ubiquinol per essere appropriato, soprattutto in età avanzata. Questi requisiti spesso non sono raggiunti con la dieta. Inoltre, alcune malattie del cuore, come la miopatia, possono verificarsi una comprovata carenza di Q10. Inoltre, alcuni farmaci, come le statine, aumentano la necessità del coenzima. [2] Nel settore cardiovascolare, molti utenti sperimentano un effetto Q10 favorevole per disagio, perdita di prestazioni e per la prevenzione dei segni di invecchiamento.

4.1 nel caso di malattie cardiache

Il cuore è un organo che richiede molta energia. In caso di malattie cardiache, questa necessità di più energia può essere aumentata. Questo aumenta anche la domanda di Q10 ubiquinol. Più comune è anche un trigger di carenza Q10 per problemi cardiaci.

Pertanto, per la malattia cardiaca, si consiglia di prendere Q10 ad alta dose come Q10 100mg capsule una volta al giorno.

Con un dosaggio fino a 50 mg al giorno, la salute del cuore dovrebbe essere protetta come misura preventiva. Nel complesso, l’adeguata fornitura del coenzima può garantire che le persone anziane in particolare si riempiano in modo più vitale ed energico in termini di prestazioni proprie e prestazioni del cuore.

4.2 in caso di ipertensione arteriosa

L’ipertensione spesso porta a malattie successive, soprattutto del cuore. Inoltre, alta pressione sanguigna costa al corpo un sacco di energia nel complesso. La maggior parte dei farmaci per la pressione sanguigna hanno anche un effetto negativo sulla produzione del coenzima. Questo crea una carenza di Q10. L’aumento della domanda e la minore produzione sono una combinazione pericolosa. Pertanto, i pazienti con pressione alta potrebbero particolarmente beneficiare dell’assunzione aggiuntiva di capsule ad alto dosaggio. [3] Simile alle malattie cardiache, Q10 è altamente dosato in capsule con Q10 100mg. Il coenzima aiuta i pazienti con ipertensione arteriosa a rimanere vitali ed energici. L’aumento della domanda di energia viene intercettato e il carico sul sistema cardiovascolare è ridotto.

4.3 nel diabete (diabete mellito)

Anche, coloro che hanno il diabete possono beneficiare di Capsule Q10. Nei diabetici, la produzione di energia nelle cellule è spesso ridotta da una ridotta produzione di ATP. I diabetici hanno un aumento del fabbisogno energetico. Inoltre, la ridotta produzione di ATP riduce la produzione di insulina nelle cellule del pancreas. Il coenzima è quindi un importante aiuto per mantenere stabile la produzione interna rimanente di insulina e per prevenire il più possibile i conseguenti danni al diabete. [4] Inoltre, il cofattore nei diabetici convince con il suo potere antiossidante. Il diabete porta ad un maggiore rilascio di radicali liberi nell’organismo. Questo ha qualcosa a che fare con le funzioni metaboliche modificate nel diabete. I diabetici dovrebbero quindi anche prendere 100 mg del coenzima al giorno con un integratore alimentare di alta qualità come Yoyosan.

4.4 Quando si assumono determinati farmaci

Vari farmaci, come la pressione sanguigna e le statine più basse, ostacolano la produzione del cofattore. Soprattutto le persone che soffrono di alta pressione sanguigna o un metabolismo del colesterolo disturbato sono particolarmente dipendenti da un apporto con il coenzima. Qui possono essere minacciati di aritmie cardiache, un ulteriore aumento della pressione sanguigna o una debolezza del muscolo cardiaco. Coloro che hanno bisogno di prendere farmaci appropriati potrebbero avere ulteriori benefici per la salute di 100 mg di Q10 ubiquinol al giorno. Questo può prevenire una potenziale carenza di Q10.

4.5 in caso di affaticamento e stanchezza legati allo stress

Alcune situazioni di vita richiedono molta energia dall’organismo umano. Poiché l’energia viene fornita nelle cellule del corpo attraverso il metabolismo ATP, un aumento del bisogno di energia ha sempre qualcosa a che fare con il coenzima. Se questo non è presente in misura maggiore, le cellule non possono produrre più energia.

Quando siamo malati o sotto stress, il nostro corpo ha bisogno di sempre più energia. Anche qui, un’assunzione aggiuntiva di capsule Q10 deve essere considerata. Possono aiutarci a sentirci più vitali e vivi. In alcuni casi, un dosaggio di 30-50 mg al giorno sarà sufficiente. Se ulteriori ceppi come la pressione alta e simili vengono aggiunti, una dose di Q10 100mg al giorno può essere ulteriormente raccomandato.

4.6 sulla prevenzione e la lotta contro l’invecchiamento precoce

Molte persone oggi vogliono sentirsi giovani il più a lungo possibile e anche rinviare i segni esterni tipici di invecchiamento come eccessivo legame rugosa il più a lungo possibile. In questo modo, possono beneficiare del potenziale antiossidante del cofattore. Come integratore alimentare, Q10 capsule possono aiutarci ad essere vitali ed energici anche in età avanzata. [5]

La nostra pelle beneficia anche dell’assunzione aggiuntiva del cofattore. Dal momento che la produzione in-house della sostanza importante diminuisce in età avanzata, non solo ricostituire i nostri negozi con l’assunzione aggiuntiva, ma anche incontrare una possibile mancanza di questa sostanza importante. Quasi nessuno può superare altre malattie in età avanzata e spesso non un’assunzione giornaliera di alcuni farmaci. In molti casi, si può raccomandare di assorbire il coenzima ad alta dose con 100 mg al giorno. In età media, una dose di 30-50 mg al giorno può essere sufficiente.

4.7 per la depressione e la mancanza di energia

Depressione e stati d’animo depressivi sono spesso associati con una evidente mancanza di energia. I medici specialisti stanno anche sempre più scoprendo che gli squilibri nell’area psichica hanno spesso qualcosa a che fare con l’approvvigionamento energetico delle cellule stesse. Il termine esaurimento mitocondriale non è ancora familiare a molte persone. [6]

Sempre più medici e scienziati, tuttavia, vedono la causa di molte malattie degenerative, così come disturbi mentali come la depressione, come il fatto che le centrali elettriche cellulari non possono più produrre energia sufficiente.

Questo può anche essere associato con una carenza del coenzima. Poiché tutte le malattie mentali richiedono un ulteriore bisogno di energia, un’assunzione aggiuntiva di ubiquinolo può trarne beneficio. Ancora una volta, un dosaggio di 100mg al giorno può essere ulteriormente appropriato.

4.8 sulla protezione cellulare e l’intercettazione degli effetti collaterali del cancro

Il coenzima contribuisce alla protezione cellulare grazie alle sue proprietà antiossidanti. [7] Se i cambiamenti delle cellule maligne sono già presenti e sono trattati, ad esempio, con la chemioterapia o le radiazioni, il nostro organismo è quasi inondato da radicali liberi. Tutti questi trattamenti contro il cancro hanno quindi effetti collaterali intensivi e conseguenze. Come integratore alimentare in dosi elevate di almeno 100 mg al giorno, Q10 capsule possono aiutare ad alleviare e prevenire possibili danni alle cellule sane. Anche il medico curante deve essere consultato.

Dosaggio e assunzione Q10

5. Come prendere Q10 o come dosarlo?

Il coenzima viene assorbito in modo ottimale dal corpo quando consumato con un pasto. Maggior parte delle persone, soprattutto in età avanzata, beneficiare di Q10 100mg al giorno come integratore alimentare. Negli anni più giovani senza pressioni nella zona cardiovascolare, è generalmente considerato che 10-50 mg al giorno è sufficiente, perché il corpo stesso produce ancora di più del cofattore. Sotto controllo medico, coenzyme Q10 è integrato in dosi elevate di 200 mg. A un dosaggio di più di Q10 100mg al giorno, Alcune persone rispondono con disturbi gastrointestinali e altri effetti collaterali. Inoltre, è possibile un’interazione con gli inibitori della coagulazione del sangue. Coloro che li prendono dovrebbero consultare il loro medico prima di integrare onniquinolo/ubiquinone ad alta dose.

Conclusione Q10

6. Conclusione: Perché Q10 è così sano?

Dal momento che già ad un’età di più di 20 anni la produzione interna di ubiquinol diminuisce nell’organismo umano, una carenza successiva di Q10 non è esclusa. Questo non vale solo per la vecchiaia. Varie malattie diffuse come malattie cardiache, ipertensione arteriosa o diabete aumentano rapidamente la necessità di energia e quindi il coenzima. Un effetto preventivo Q10 può anche essere importante in una fase precoce. È anche interessante che l’ubiquinolo Q10 sia un potente antiossidante. Secondo gli attuali esperti, molte malattie degenerative, soprattutto in età avanzata, sono dovute all’attività di molecole aggressive di ossigeno.

Ci sono grandi differenze di qualità negli integratori alimentari con il prezioso coenzima. Questi possono essere visti, tra le altre cose, nella biodisponibilità e quindi l’usabilità del cofattore ulteriormente fornito nell’organismo umano. Vale la pena acquistare q10 di alta qualità. Nei prodotti di qualità, Q10 è ad alta dose e quindi di solito ha bisogno di essere assunto solo una volta al giorno. Solo i prodotti di altissima qualità, con il loro convincente grado di purezza, raggiungono la possibilità di una possibile carenza di Q10 in primo luogo. Questi prodotti potrebbero anche rivelarsi partner nella lotta contro l’invecchiamento precoce. L’acquisto e l’assorbimento di Q10 di alta qualità può quindi anche essere un po ‘di una maggiore qualità della vita.

Elenco delle fonti:

  1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32219756
  2. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32182869
  3. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32188111
  4. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32179207
  5. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32171384
  6. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32124160
  7. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/32115970
Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Autor: Giacomo Hermosa

Giacomo Hermosa ist 37 Jahre alt, Vater von zwei Kindern und verheiratet. Vor elf Jahren hat er die Magister der Biologie und Anglistik erfolgreich absolviert. Hier hat er sich interdisziplinär mit den Themen Bioverfügbarkeit und Medizinalhanf beschäftigt. In seiner Freizeit schreibt er v.a. in den Bereichen Fitness, Ernährung und – familiär bedingt – über einige besondere Autoimmunerkrankungen. Seine Veröffentlichungen findet man u.a. auf seiner Website und bei der taz.